Macché fascisti...

Hegel nota in un passo delle sue opere che tutti i grandi fatti e i grandi personaggi della storia universale si presentano, per così dire, due volte. Ha dimenticato di aggiungere la prima volta come tragedia, la seconda volta come farsa.

incipit de «Il 18 Brumaio di Luigi Bonaparte», Karl Marx, 1869

Pericolo fascista? Ma per carità. Questa assomiglia molto più a una che ha vinto alla lotteria e si sbraccia per gratificare e sistemare...

Continue reading...

Cancèllati sta m*nchia

Cancel culture, si chiama, e abbatte statue, emenda libri, mette all'indice persone scomode... vi ricorda qualcosa? Peccato che sia l'ultima moda della sinistra liberal americana (e, c'è da scommetterci, presto anche europea). Ma è l'antitesi del pensiero liberale, illuminista, e mette in pericolo l'essenza stessa delle libertà di pensiero che sono fondative per l'occidente democratico. È un'aberrazione pericolosa che fa strada a categorie di p...

Continue reading...

Magic Bus

Era diventato una trappola per topi, quel bus. Ammaliati da un film e un libro, persone di ogni continente si sono dirette verso quel desolato angolo d'Alaska alla ricerca di qualcosa. Un simbolo di fuga condiviso, di massa, globale. Così come di massa e globale rischiava di diventare l'avventura «unica» che quel libro e quel film sembrava loro promettere.

Nella vita reale abbiamo il dovere di realizzare la nostra di avventura, di cercare...

Continue reading...

Propaganda

Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.

(Philip K. Dick)

Sembra lo slogan di un manuale di PNL, o meglio: di marketing...

Libro
Edward Louis Bernays Propaganda. Della manipolazione dell'opinione pubblica in democrazia © 2008 logo fausto lupetti editore
Continue reading...